Il treno ad alta velocità tra Torino e Lione avrà come unica stazione in Valsusa lo scalo ferroviario di San Giuliano, attualmente solo progettato. Più di 1170 NoTav, prima che inizino i lavori, hanno deciso di fare un acquisto collettivo sui terreni dove dovrebbe sorgere la nuova stazione. Si sono dati appuntamento l’ultima domenica di ottobre per la firma di uno degli atti notarili più lunghi del mondo. L’evento è stato chiamato “compra un posto in prima fila” e rendeva possibile a chiunque, con l’esborso di 20 euro, di diventare proprietario di una particella di un terreno che, secondo i progetti, sarà utilizzato per la costruzione della nuova stazione. Uno dei punti più controversi è proprio la necessità di costruzione in tempi rapidi di questo nuovo scalo, secondo Luca Guidi “la stazione dovrebbe essere costruita nei prossimi due o tre anni, ma la linea non sarà attiva prima del 2035, ci sembra un paradosso”  di Cosimo Caridi