Il partito di Berlusconi è al capolinea. Sconquassato dalle lacerazioni interne. La Russa, Gasparri, Alemanno e Meloni (ex An) sono intenzionati ad una scissione morbida con la benedizione dell’ex premier. Oggi via vai nel quartier generale di via dell’Umiltà. Il segretario Alfano ha incontrato Cicchitto, Polverini, Verdini e Fitto. Quest’ultimo ha dichiarato: “Nessuna scissione, solo un rilancio del partito”. Ma nei pressi del Parlamento le telecamere si imbattono in un ex fedelissimo di Berlusconi, Giorgio Clelio Stracquadanio che dichiara: “Il Pdl è un morto che si crede vivo, il partito è la disastro”  di Manolo Lanaro