“Stiamo con i magistrati”. La campagna del Fatto Quotidiano, a cui hanno aderito già più di 127 mila lettori, a sostegno dei pm di Palermo e Caltanissetta, sarà presentata oggi alla stampa estera (alle 17 a Roma): parleranno il direttore Antonio Padellaro, il vicedirettore Marco Travaglio e interverrà anche il procuratore aggiunto della Dda di Palermo Vittorio Teresi. Sarà un’occasione per provare a fare chiarezza ai media internazionali – in base agli elementi fin qui accertati – sulla complicata vicenda della trattativa Stato-mafia del ’92-’93.

NECESSARIO perché la stampa italiana si è come accorta in ritardo della rilevanza del tema e continua a fare un’enorme confusione, voluta o meno, sui risvolti della trattativa stessa e sugli strascichi dei giorni nostri, come la vicenda delle telefonate Mancino-Napolitano e il conflitto di attribuzione per cui il Quirinale si è rivolto alla Consulta contro la procura di Palermo. Sarà anche uno dei temi affrontati, anzi il fiore all’occhiello, nei dibattiti della festa del Fatto alla Versiliana, in programma dal 7 al 9 settembre a Marina di Pietrasanta (Viareggio).

I lettori che vorranno partecipare potranno manifestare direttamente la loro solidarietà con la presenza, domenica 9 alle 17, all’iniziativa “Due anni di stragi, vent’anni di trattativa”: interverranno i pm di Palermo Antonio Ingroia e Antonino Di Matteo (a cui saranno consegnate le firme raccolte), il procuratore capo di Torino Gian Carlo Caselli, Salvatore Borsellino e Marco Travaglio. Con la conduzione di Marco Lillo e una lettura commentata di Isabella Ferrari. Una delle aspirazioni di questa tre giorni è, infatti, proprio quella di ricomporre la frattura fra magistratura e politica e confrontarsi su possibili soluzioni che possano rappresentare un punto di partenza per il nostro Paese.

Intanto è ancora possibile firmare la petizione su ilfattoquotidiano.it: basta riempire il modulo online con nome, cognome e indirizzo email, che ovviamente non sarà pubblicato.

Nei giorni della Versiliana il Fatto Quotidiano celebrerà i primi tre anni in edicola. Già questo, in un momento di crisi dell’editoria, sarebbe un buon motivo per festeggiare. Possiamo dire di essere di fronte a un compleanno davvero speciale, che il quotidiano vuole condividere con i tanti lettori, amici e sostenitori che rendono possibile questo successo.

DURANTE la tre-giorni di incontri, presentata ieri a Marina di Pietrasanta dal sindaco Domenico Lombardi, dalla presidente della Fondazione Versiliana Dianora Poletti insieme al direttore Padellaro e all’amministratore delegato del Fatto Cinzia Monteverdi, si susseguiranno dibattiti, interviste e presentazioni alla quale parteciperanno, insieme ai giornalisti del Fatto Quotidiano, importanti rappresentanti del mondo dell’informazione, della politica, dell’economia e della cultura del nostro Paese. Per l’occasione, la redazione del giornale e del sito si trasferiranno per tutta la durata della festa nella villa del parco. Un modo anche per condividere una riflessione sulla crisi complessiva del Paese.

Tra i tanti appuntamenti, dalla politica alla giustizia, dal sociale all’economia, venerdì 7 ci sarà lo spettacolo “Gaber se fosse Gaber” di e con Andrea Scanzi (22,30), sabato 8 il concerto serale con Antonella Ruggiero (21,30). E domenica 9 gran finale della festa con il concerto di Franco Battiato (21,30).

Negli spazi del Parco saranno allestite tre mostre: le foto dei lettori scelte e presentate da Oliviero Toscani; “Made in Pietrasanta: omaggio agli artigiani”, mostra fotografica di Enzo Cei; e le vignette di Mario Natangelo.

da Il Fatto Quotidiano del 22 agosto 2012