Il sindaco Gianni Alemanno, il 5 luglio, ha partecipato allo sgombero del campo nomadi tollerato di via del Baiardo, a Tor di Quinto, nord della Capitale. “Questa zona sarà profondamente riqualificata”, aveva promesso chiarendo che quel territorio era anche a rischio esondazione del Tevere. Peccato che dopo 40 giorni quell’area sia diventata una discarica abusiva con baracche distrutte e rifiuti speciali e pericolosi come frigoriferi e materiali di risulta dei cantieri edili. “A me è arrivata la lettera di Alemanno che annunciava l’avvenuto sgombero – racconta un cittadino – Ora è tutto lasciato al degrado. Da allora la situazione è solo peggiorata”  di Nello Trocchia