Tuffatrice, è stata la prima donna italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale nei tuffi: un bronzo da 3 metri a Montreal 2005. Cui sono seguiti altri 3 bronzi e un argento nei Mondiali successivi. Nel suo palmares anche 10 ori, 2 argenti e 4 bronzi agli Europei e svariate medaglie a livello giovanile. A Londra 2012 parteciperà alla sua quarta Olimpiade dopo Sidney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008 (quinta dai 3 metri). Figlia d’arte, suo padre – e suo attuale allenatore – Giorgio Cagnotto è stato uno dei più forti tuffatori negli anni Settanta.

Nome?
Tania.

Età?
27.

Dove vivi?
Bolzano.

Professione?
Finanziera e atleta.

Cantante e/o canzone preferita?
Come cantante Pink.

Film, attrice e/o attore preferiti?
Il film Una notte da leoni, e come attrice Sandra Bullock.

Uno sportivo che ammiri del passato?
Antonio Rossi.

Uno sportivo che ammiri del presente?
Valentina Vezzali.

La persona che stimi di più in assoluto?
Tutti quelli che sono riusciti a raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati.

Programma tv preferito?
La serie Grey’s Anatomy.

Che giornali leggi?
Il quotidiano Alto Adige e la rivista Focus.

Il libro che stai leggendo, o l’ultimo letto?
L’ultimo di Nicholas Sparks.

Il sito internet che visiti di più?
Hotmail.

I tuoi pregi?
Solare e sincera.

I tuoi difetti?
Indecisa e testarda.

Il tuo rapporto col sesso?
Sono fidanzata.

Fai sesso prima delle gare?
No, perché il fidanzato rimane a casa, quindi no.

Dio esiste?
Sì.

Allah esiste?
No.

Destra o sinistra?
Nessuno dei due

Sei favorevole ai matrimoni omosessuali?
Favorevole

Cosa pensi del governo Monti?
Ha fatto una gran cosa, è un uomo coraggioso.

E’ stato giusto o sbagliato rinunciare alla candidature per Roma 2020?
Giusto. Perché nella situazione economica nella quale ci troviamo sarebbe stato troppo. Avevamo altro cui pensare.

Nello sport la crisi si sente?
Un pochino sì.

Nel tuo sport si sente?
Sì. Per esempio si tagliano i ritiri collegiali.

Ti preoccupa la crisi?
Un po’, perché sta colpendo un po’ tutti.

Per i tuoi figli?
Non troppo, sono fiduciosa che presto finirà.

Una soluzione per la crisi?
Dovrebbero riuscire a trovare tutti quelli che evadono le tasse.

Fai la raccolta differenziata?
Sì.

Prendi i mezzi pubblici?
No.

Con che mezzi vai agli allenamenti?
In macchina.

Quante volte ti alleni alla settimana?
Tutti i giorni, a parte il sabato pomeriggio e la domenica. 

E’ giusto, tanto o poco?
E’ giusto.

Hai sacrificato qualcosa della vita per lo sport?
Non sacrifici, ma tante piccole rinunce: qualche vacanza, gli aperitivi, qualche serata, il dover tornare a casa prima degli altri per non fare tardi.

Cosa hai vinto?
Lo sport mi ha insegnato a essere umile e a non arrendermi.

La tua vittoria indimenticabile?
L’argento ai mondiali di Roma 2009.

La sconfitta più brutta?
Il quarto posto agli ultimi Campionati Europei.

La vittoria di qualcun’altra/o che avresti voluto tua?
Una medaglia olimpica.

Esiste il doping?
Nel nostro sport no, negli altri sì.

Hai mai pensato di aver perso perché un tuo avversario si dopava?
No, mai.

Se mai stata a Londra in vacanza?
Sì, è una città molto divertente.