“La Minetti si deve dimettere. E’ un’ingrata. Berlusconi non ha il culo flaccido, ce l’ha invece sodo e tosto. E’ un toro”. Così parla Sabina Began, nota anche come “L’Ape Regina”, ai microfoni della Zanzara, su Radio 24. Tra perle fetish e tributi d’amore, l’amica dell’ex premier è un fiume tracimante di aneddoti. “Ci sono donne come la Minetti che sono più amiche del chirurgo plastico che del popolo” – continua la Began -“Silvio non mi ha mai parlato male di lei, neppure quando ha saputo quello che lei ha detto sul suo conto. Lui è una persona pura, un uomo benedetto e illuminato da Dio. Grazie a lui ho acquistato la fede”. La devozione della donna è così intensa da averla spinta a baciare piedi ed ascelle di Berlusconi. “L’ultima volta gli ho tolto i calzini e gli ho baciato i piedi. Erano belli, profumati” – confessa l’Ape Regina – “Poi gli ho annusato e baciato le ascelle dopo che lui aveva lavorato tutto il giorno, alle otto di sera. E profumavano di rosa. Lui odora di bambino con la sua pelle tutta bella, pulita e profumata di rose. Ero sconvolta, non c’era traccia di sudore, niente”. E racconta ancora di quando, a Villa Certosa, Berlusconi fece il letto. “Mi ha insegnato che una donna non lascia il letto disfatto per rispetto di coloro che lavorano in casa” – afferma – “Silvio spegne anche le luci per risparmiare energia“. La Began ammette di essere molto gelosa del leader del Pdl e di avergli perdonato tutte le lacrime che ha versato per lui. “Colpa delle donne che lo hanno soggiogato” – sostiene la donna – “Ma se Berlusconi mi regalasse un figlio, sarei la donna più felice del mondo. Mi piacerebbe restare incinta di lui, è la cosa che voglio di più, il resto non mi interessa. Vorrei una femminuccia, sarebbe bello chiamarla Rosa, come la mamma di Silvio”. E sulle possibilità di diventare mamma, la Began rivela: “Io non prendo la pillola e non uso preservativi perchè non ho rapporti con tanti uomini”  di Gisella Ruccia