La notizia dei dubbi francesi sulla tratta ferroviaria viene accolta da No Tav, da giorni riuniti davanti al tribunale di Torino per seguire le udienze, con un sarcastico “Sono vent’anni che lo diciamo”. Alcuni dei 45 imputati nel processo per i fatti della scorsa estate commentano con toni duri la dichiarazione del ministro Corrado Passera, secondo il quale la galleria non è in discussione, nemmeno dopo i dubbi espressi da parte francese. Il procedimento entrerà nel vivo la prossima settimana con l’ultima udienza preliminare. I legali dei No Tav parlano di una serie di lacune presenti nella documentazione presentata dal Gip e sono pronti a dar battaglia. La procura ha presentato diverse ore di filmati e ha ricostruito le azioni e gli spostamenti degli indagati attraverso i video  di Cosimo Caridi