“Saremo il piazza il 26 e il 27 giugno”. Susanna Camusso lancia la mobilitazione della Cgil in occasione del voto finale sulla riforma del lavoro. “E’ pura ideologia – accusa il segretario Cgil – non risolve il problema della precarietà né quello degli ammortizzatori sociali“. Il sindacato della Camusso si mobilita anche per il settore pubblico: “Dopodomani saremo in piazza per dire che non si può fare la spending review tagliando ancora sulla condizione dei lavoratori o sull’occupazione nel settore pubblico, in questo non c’è nessun segno di equità” di Manolo Lanaro