A tarda notte, quando la Giunta per le immunità termina i suoi lavori, il senatore Luigi Lugi, ex tesoriere della Margherita, accusato di associazione a delinquere finalizzata all’appropriazione indebita, esce da una porta secondaria. Per il senatore Alberto Balboni del Pdl: “Lusi ha chiarito che non si sente responsabile morale, agiva per conto dei vertici. Difficile credere che da tesoriere abbia fatto tutto da solo”. Di certo ha fornito informazioni su chi avrebbe beneficiato dei contributi tirando in ballo diverse persone. Sui beni immobili che si è intestato, Lusi ha spiegato che avrebbe agito come intestatario fittizio avrebbe poi restituito tutto alla Margherita. Il senatore Pd Francesco Sanna spiega: “Lei mi chiede degli immobili e dei soldi sottratti da Lusi? Sarebbe stato bello sentirlo su questo argomento, ma il relatore (Giuseppe Saro, Pdl, ndr) si è concentrato sulla storia di questo paese e della Margherita negli ultimi dieci anni”. Prima di andare via a un senatore del Pd scappa una sintesi della serata: “Ore perse, seduta indegna”. Per le domande tutto rimandato alla prossima settimana  di Nello Trocchia