In una conversazione col padre, Nicole Minetti racconta di avere conosciuto Giorgio Faletti a una cena. Il giudizio è impietoso: “Una testa di cazzo comunista. Un tipo insoddisfatto della vita”. Il motivo? Il giudizio negativo dello scrittore sul sistema “mignottocratico” di Berlusconi. Parole al vetriolo anche per l’ex sindaco di Milano Letizia Moratti, rea di non essere proprio un bello spettacolo in costume da bagno: “Una cosa inguardabile”. E poi il gran finale: l’amica del bunga bunga Barbara Faggioli dice a Nicole che B. è bloccato a Roma per la morte di Cossiga, ma la consigliera confida di non essere informata sui fatti perché, durante le meritate vacanze, ha letto solo riviste di gossip  di Gisella Ruccia