Succede al Teatro La Scala di Milano dove la ballerina solista Mariafrancesca Garritano, in un’intervista all’Observer, denuncia i disturbi alimentari delle colleghe. Proprio per questo l’ente lirico “si è visto costretto a risolvere il contratto” negando che all’interno del corpo di ballo esista un problema anoressia. Ai microfoni del fattoquotidiano.it rilancia la sua battaglia: l’istituzione di una giornata nazionale contro i disturbi alimentari. “Nel mio lavoro ricevevo osservazioni quotidiane sul fatto che il mio fisico non andava mai bene. E’ stata dura, ma ne sono uscita e continuerò a ballare”  

di Francesca Martelli