Gianni Letta è un galantuomo, un servitore dello Stato. Silvio Berlusconi difende a spada tratta il suo braccio destra a Palazzo Chigi, il sottosegratario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta che viene tirato in ballo dalla cosiddetta inchiesta P4. A riferire il giudizio del premeir è Michaela Biancofiore, deputato del Pdl, al termine di un incontro a Palazzo Grazioli con il presidente del Consiglio. Biancofiore sottolinea: “Tutti sono pronti a mattere la mano sul fuoco su Letta è un servitore dello Stato e delle istituzioni. è completamente estraneo ai fatti che gli vengono imputati. Questa inchiesa su basa sul nulla. Il presidente Berlusconi è totalmente sereno perchè non c’è nulla”.

Lasciando palazzo Grazioli, la Biancofiore ha anche parlato dello stato d’animo dell’imputato Berlusconi: “Il presidente mi ha detto che andrà in Tribunale sia domani sia lunedì e ha aggiunto che è una delle cose più tristi e umilianti che abbia mai provato, quella di andare in Aula come imputato. E’ sereno, ma anche preoccupato per la sentenza Mondadori”.