Il premier Silvio Berlusconi sarebbe intenzionato a presentarsi in Tribunale a Milano il prossimo 2 maggio, per l’udienza preliminare del processo Mediatrade. Lo riferiscono fonti del Pdl e fonti giudiziarie. Nel procedimento – stralciato dall’indagine su Mediaset – il presidente del Consiglio è indagato per presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv per creare fondi neri, insieme al figlio Pier Silvio, a Fedele Confalonieri, a Frank Agrama, definito suo “socio occulto” e altre otto persone.

Non è escluso che il premier possa tornare in Tribunale anche il lunedì successivo, il 9 maggio, quando riprenderà il processo sul caso Mills, dove invece Berlusconi è imputato di corruzione per un presunto versamento di 600 mila dollari all’avvocato inglese.