Le indagini della procura di Milano danno ragione alla Lista Bonino Pannella: almeno 800 delle firme a sostegno del cosiddetto ‘listino Formigoni’ per i pm sono false e la Lombardia potrebbe tornare alle urne prima del previsto. “L’esito elettorale potrebbe ancora essere invalidato dai giudici amministrativi – spiegano i Radicali in una conferenza stampa a Milano – e nel frattempo chiediamo che il presidente Formigoni si dimetta”. Al di là delle responsabilità civili e penali, la richiesta della Lista Bonino Pannella riguarda le accuse che il governatore della Lombardia la primavera scorsa ha scagliato contro i Radicali di avere fatto un complotto contro di lui. “Formigoni ha mentito sapendo di mentire – dichiara Marco Cappato, candidato alle prossime comunali di Milano per la Lista Bonino Pannella – né si è preoccupato di scusarsi con i cittadini le cui firme sono state falsificate. Parliamo di una responsabilità politica che impone un passo indietro”  di Franz Baraggino