Una “ferma condanna di ogni forma di intimidazione politica”. L’ha pronunciata il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, “anche in relazione ai ripetuti atti di minacce a personalità sia della maggioranza sia dell’opposizione (da ultimo Rosy Bindi e Massimo D’Alema)”. Il presidente ha anche espresso la sua preoccupazione “per il diffondersi di tale fenomeno”.

L’episodio è accaduto questa mattina, alla redazione dell’agenzia Ansa a Bari, dove è stata recapitata una lettera di minacce al presidente del Pd, Rosy Bindi, e al presidente del Copasir, Massimo D’Alema. La missiva, contenuta in una busta rettangolare affrancata, è scritta a mano in stampatello su un mezzo foglio bianco. La scritta dice “Rosy Bindi e D’Alema ne hanno per poco” ed è firmata da sedicenti Nuclei Rossi Armati. Poco più di un mese fa, il 13 ottobre scorso un’altra lettera minatoria era stata recapitata all’Ansa di Bari con minacce nei confronti del segretario nazionale del Pd, Pierluigi Bersani.

Solidarietà nei loro confronti è stata espressa dai presidenti di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani, da esponenti del Partito Democratico, dell’Italia dei Valori, da altri politici del Pdl e di Fli.