Il Tar del Piemonte ha prorogato di 25 giorni la scadenza per eseguire il riconteggio di 15 mila schede elettorali delle ultime regionali, ordinato nel luglio scorso. La scadenza era stata fissata per oggi, ma mancano ancora all’appello i conteggi relativi alla Provincia di Torino.

Il decreto, firmato dal presidente del Tribunale Amministrativo Regionale Franco Bianchi, è stato notificato alle parti questo pomeriggio. Un successivo provvedimento stabilirà ”l’eventuale differimento” dell’udienza del Tar già fissata per il 4 novembre. Secondo le previsioni, che ipotizzano la necessita’ di disporre ancora di una decina di giorni per completare il riconteggio a Torino, è probabile infatti che per quella data il Tribunale non possa essere già pronto per la trattazione dei ricorsi nel merito. I riconteggi sono stati ordinati dal Tar per due delle tre liste del centrodestra finite nel mirino della magistratura a causa di irregolarità nella presentazione (per la terza non è ancora stata presa una decisione). I ricorsi sono stati promossi dall’ex presidente del Piemonte, Mercedes Bresso, che ha perso le elezioni contro l’attuale governatore leghista Roberto Cota per novemila voti di svantaggio.