Eyeshield 21 di Riichiro Inagaki e illustrato da Yusuke Murata

A scuola essere piccoli ed esili è già una caratteristica sufficiente per diventare bersaglio dei bulli… ma questo è vero solo se riescono a prenderti! Sena Kobayakawa è proprio uno di questi: gracilino ma veloce come un il fulmine. Si iscrive alla scuola superiore Deimon per seguire una sua cara amica d’infanzia, Mamori Anezaki che, sicura di sè e forte di carattere, fin da piccola lo ha sempre difeso (non accorgendosi però di rendere sempre più insicuro il piccolo Sena).

Appena arrivato alla Deimon alcuni bulli lo prendono di mira ma, accortisi della sua strabiliante velocità, iniziano a sfruttarlo per compiere ogni genere di commissioni. Ma il capitano del club di football, Yoichi Hiruma, si accorge delle sue incredibili capacità vedendolo fuggire dopo l’ennesimo episodio di bullismo: elevatissima velocità e predisposizione ad evitare ostacoli sono le caratteristiche del perfetto Running back (ndr. ruolo fondamentale in una squadra di football americano).

Come fare a proteggere la scoperta ed evitare che giocando Sena venga riconosciuto e perseguitato dagli altri club sportivi? Semplice: fargli indossare un casco con un “Eyeshield“. Queste le premesse di “Eyeshield 21”, titolo che, con tratto preciso e un’ironia degna di “Gigi la trottola“, racconta una storia basata sull’amicizia e sul gioco di squadra senza mai perdere colpi o scadere nel monotono.

Gli autori riescono inoltre a combinare assurde tecniche di gioco e regole, tattiche e strategie reali del football americano: finalmente sono riuscito a comprendere cosa sia una shotgun formation o un blitz, siete curiosi? Allora consiglio caldamente la lettura di questa piccola perla.