Kim Jong Un, leader della Corea del Nord, ha avuto il terzo figlio. Il capo della Repubblica popolare democratica sarebbe diventato padre per la terza volta a febbraio. Lo a riferito l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, che ha citato fonti parlamentari di Pyongyang, riprese dal National Intelligence Service di Seul.

L’anno scorso la moglie, Ri Sol Ju, era scomparsa per mesi dalla scena pubblica, il che aveva fatto nascere delle voci su una possibile gravidanza. Secondo le indiscrezioni trapelate, la compagna del leader nordcoreano ha dato alla luce il terzogenito della coppia ad inizio anno, anche se ancora non è noto il nome e se sia maschio o femmina. Un fatto non inedito. Kim e sua moglie Ri hanno altri due figli sui quali si hanno poche notizie: si ritiene siano nati nel 2010 e nel 2013. Secondo l’ex campione di basket americano Dennis Rodman, che si dichiara amico di Kim, il secondo figlio del dittatore è una ragazza di nome Ju Ae. L’ex giocatore dell’Nba dopo una visita a Pyongyang nel 2013 ha definito il leader “un buon padre”. Il sesso del primo figlio, invece, è ancora sconosciuto.

La chiusura del regime di Pyongyang rende impossibile confermare i dati personali dei membri dinastia Kim. Non è certa neanche l’età dell’attuale leader o quella di sua moglie: Ri Sol Ju è apparsa in pubblico con il marito nel 2012, anche se l’intelligence della Corea del Sud crede il loro matrimonio sia stato celebrato nel 2009.

Intanto, il 29 agosto Pyongyang ha lanciato un altro missile balistico verso il Giappone. Si tratta del primo vettore a medio raggio disegnato dalla Nord Corea per trasportare una testata nucleare.