La Rai cancella la replica della puntata di Report sui vaccini anti-papilloma. Sabato 22 aprile 2017 alle 16.30 i telespettatori di Rai3 si sono ritrovati senza le consuete note di Safe from Harm dei Massive Attack, sigla storica del programma d’inchiesta condotto da Sigfrido Ranucci. Al posto della seconda visione della puntata contestata che ha fatto andare su tutte le furie l’Istituto Superiore della Sanità, virologi, ministri, ed ex presidenti del consiglio, è andato in onda il film Io sto con la sposa: omaggio al giornalista Gabriele Del Grande, coregista del documentario, e attualmente detenuto nelle carceri turche. “Mi hanno avvisato all’ultimo della sostituzione, ma credo che la rimanderemo, almeno spero”, spiega il conduttore Ranucci al Fattoquotidiano.it. “Ufficialmente mi è stato detto che la modifica sarebbe dipesa solo dalla adesione alla campagna lanciata online per la liberazione di Del Grande, e che gli spazi per agire sono solo quelli del sabato con le repliche”. “Non c’è stata nessuna volontà di cancellare la replica. E peraltro lunedì prossimo (24 aprile 2017 ndr) Report ritornerà sul tema dei vaccini”, afferma il vicedirettore di Rai 3 con delega al palinsesto, Stefano Coletta. “È stato un processo che si è verificato la sera di giovedì, tanto che ho chiamato Ranucci, con cui ho un ottimo rapporto, dicendogli che avevamo idea di trasmettere Io sto con la sposa e che il primo spazio disponibile era quello di sabato di pomeriggio. Venerdì sera in prima serata avevamo Gomorra che non poteva saltare, il sabato nel prime time c’è Ulisse, e siccome Tv Talk è molto pregiato, da palinsestaro ho pensato che lo spazio della replica di Report, fosse un’ottima collocazione per una platea strumentata che potesse vedersi Io sto con la sposa”.

Il film diretto da Del Grande, Antonio Augugliaro, e Khaled Soliman Al Nassiry è poi andato in onda sempre sabato 22 aprile, ma in prime time, anche su Sky: “Non abbiamo voluto anticipare nessuno, io non lo sapevo che fosse su Sky la sera. Sono a casa malato da diversi giorni e l’ho saputo da un collega sabato pomeriggio” – aggiunge Coletta -, “Voglio comunque ricordare che sono stato io l’inventore della replica del sabato di Report, potete chiederlo a Ranucci e alla Gabanelli, e che per chi la volesse rivedere la puntata sui vaccini si recupera sempre online su Rai Play”. La puntata del 17 aprile, 1milione e 331mila spettatori con il 5,6% di share, era composta da due servizi: quello sul finanziamento pubblico al cinema italiano (Che spettacolo!) e l’altro intitolato Reazioni Avverse, sui vaccini anti-Hpv. Quest’ultimox ha suscitato una lunga serie di contestazioni a partire dal ministro Lorenzin che ha parlato di “grave disinformazione” e di diversi scienziati del settore come il presidente della Società Italiana di Virologia, Giorgio Palù che ha attaccato Report per aver creato “paure immotivate, spingendo gli ascoltatori verso scelte pericolose per la propria salute e per tutta la comunità”. “Sì tornerò a parlare di vaccini nelle prossima puntata ma lo farò alla Report, quindi non sarò in onda per cospargermi il capo di cenere, anzi”, conclude Ranucci. “Dopo le polemiche e il polverone alzato questa settimana, con una violenza verbale davvero impressionante, anche da molti professionisti dell’informazione che non hanno visto la puntata e hanno parlato di noi come se avessimo mostrato un servizio contro tutti i vaccini, l’unico dato di fatto è che ad oggi non mi è stato chiesto di rettificare un particolare che uno del servizio che ho mandato in onda”.