Alessandro Pace, emerito di Diritto costituzionale all’Università La Sapienza di Roma e presidente del Comitato per il No, spiega la sua contrarietà alla riforma Boschi-Renzi. “Viene violato il primo articolo della Carta, la sovranità popolare. E’ il popolo che deve eleggere le Camere, mentre come tutti sappiamo la riforma attribuisce ai Consigli regionali il compito di eleggere i senatori”. E aggiunge: “Dire che sono comunque eletti dal popolo anche se attraverso un percorso indiretto è un pensiero sciocco. Altrimenti si potrebbe dire che anche il Presidente della Repubblica è eletto dal popolo, cosa che non è”. Nei precedenti video, la violazione della sentenza n. 1 del 2014 della Corte Costituzionale (guarda il video). Nei prossimi video, “la violazione del principio di eguaglianza e di razionalità e ragionevolezza”, “il rapporto squilibrato Stato-Regioni”, “la forma di governo del premierato assoluto” e “l’inesistente semplificazione del procedimento legislativo”. Video di Amely Video

#1 video – “La riforma è un azzardo, ecco perché”