Il nuotatore statunitense sul futuro del compagno di nazionale