Presa d’ostaggi in una località turistica della Papua Nuova Guinea, nell’Oceano Pacifico. Secondo quanto riporta la televisione australiana, alcuni uomini armati hanno fatto irruzione in un supermercato di Alotau, prendendo in ostaggio alcune persone: si sono poi barricate nel vicino ufficio della compagnia aerea Png Airlines. La polizia ha iniziato l’operazione per liberare gli ostaggi, lanciando lacrimogeni all’interno dell’edificio. Alcune persone sono già state liberate attraverso la porta posteriore: erano dipendenti della compagnia.

L’intera cittadina della provincia di Milne Bay è stata bloccata, con la polizia che ha circondato il supermercato, mentre gli uomini armati si trovano ancora dentro l’edificio. La presa d’ostaggi arriva dopo che nel weekend un poliziotto è stato ucciso da una banda criminale che stava cercando di rapinare un negozio.

Sono stati tutti ritrovati – secondo la rete Abc – i  1.400 turisti arrivati ad Alotau a bordo di una nave da crociera della Pacific Aria Cruis: in un primo momento i media locali avevano diffuso la notizia di un loro possibile coinvolgimento nel sequestro. Dopo l’incidente, invece,  la compagnia aveva richiamato a bordo tutti i passeggeri impegnati in escursioni a terra.