“Il nostro continente è attraversato da questi fenomeni dal 2004, dall’attentato alla stazione di Atocha… io invito la gente a vivere la vita nella maniera più ordinaria possibile. Ora è il momento di ricaricare le batterie, non quello di angustiarsi. Gli apparati di sicurezza faranno il loro lavoro” Sono queste, in sintesi le dichiarazioni del capo della polizia Franco Gabrielli a margine della conferenza stampa di presentazione del piano per l’esodo estivo 2016. Il prefetto ha anche espresso il proprio favore alla legge per il reato di tortura, auspicando che venga tutelato il lavoro delle forze dell’ordine