Una fuga di gas, poi l’esplosione. Tre persone sono morte e altre tre, tra cui una bambina, sono rimaste ferite a Lavello, in provincia di Potenza, per lo scoppio di una bombola di metano. La palazzina di via Machiavelli, nel rione Giardino, a ridosso del centro, è parzialmente crollata. La tragedia è successa verso le 20 e sul posto ci sono ora i vigili del fuoco, che hanno estratto dalle macerie i corpi senza vita, e il 118 che ha soccorso i feriti.

Delle tre vittime, due facevano parte della stessa famiglia. Secondo Repubblica.it si tratta di Raffaella Triggiani, 94 anni, e la figlia Pinuccia Finiguerra, 60 anni. La terza è una donna che è stata investita dal crollo di una parete perimetrale del palazzo. La bambina ritrovata viva è la nipote della Finiguerra.