Sono quattro le persone rimaste ferite nella duplice esplosione all’aeroporto internazionale Pudong di Shanghai. Dalle prime indagini si fa sempre più credibile l’ipotesi di ordigni artigianali fatti detonare. In base a video e foto postati su Weibo, il Twitter cinese, e rilanciati dalle tv, l’esplosivo è stato sistemato in due valigie. Le esplosioni sono avvenute intorno alle 14.20 locali vicino al check-in del terminal 2. Uno dei feriti avrebbe subito una grave lesione del collo, secondo l’ospedale Pudong dove sono state ricoverate le quattro vittime. Tra loro, un 53enne di origine filippina, uomo di 67 anni e una donna di 64 anni, entrambi cinesi. Tutti hanno riportato ferite a testa, mani e gambe. L’indagine continua. Le attività dello scalo, intanto, non hanno subito ritardi o interruzioni, secondo un breve comunicato diffuso dalla Shanghai Airport Authority