Il premier Matteo Renzi fischiato dalla platea di Confcommercio. Il discorso del capo del governo è stato interrotto proprio mentre parlava del bonus di 80 euro, tornato al centro del dibattito dopo la notizia, rivelata dailfattoquotidiano.it, che 1,4 milioni di italiani hanno dovuto restituirlo allo Stato nel 2015. “Grandissimo rispetto per chi ritiene gli 80 euro una mancia elettorale, sono contento di averli dati. E’ una valutazione che rispetto – ha detto il presidente del Consiglio, mentre le sue parole erano accolte da fischi e buuu. “Che non fossero apprezzati da voi lo sapevamo da tempo – ha replicato – ma che fossero una misura di giustizia sociale verso gente che non guadagna 1.500 euro al mese lo rivendico con forza”