Violenze fisiche e psicologiche di tutti i tipi ai danni di bambini tra i 3 e i 5 anni di una scuola materna di Avellino. L’insegnate, una 58enne del capoluogo irpino, è stata arrestata dagli agenti della Squadra mobile del capoluogo ed e’ stata sottoposta agli arresti domiciliari. Le indagini, coordinate dalla Procura di Avellino, scattarono l’anno scorso su denuncia dei genitori dei piccoli che spesso tornavano a casa con lividi sul corpo e si rifiutavano di andare a scuola. Gli investigatori hanno accertato una serie di violenze cui l’insegnante sottoponeva i bambini: non soltanto schiaffi e tirate di capelli, ma anche vere e proprie torture psicologiche: i bimbi venivano chiusi per ore nella “stanza del telefono”, un locale buio attiguo all’aula