Il momento tanto atteso dai familiari per riabbracciare Salvatore Girone è arrivato alle 17,53. Non appena il Falcon 900 del’Am si è fermato sulla piazzola davanti alla sala di rappresentanza del 31/mo Stormo ed ha calato la scaletta, Michele insieme con la sorellina Martina e la madre Giovanna si sono separati dal gruppetto delle autorità e, uno dietro all’altro, sono saliti velocemente a bordo dell’aereo. Così l’abbraccio commosso e nello stesso tempo di grande festa per il benvenuto al fuciliere si è svolto in privato, fuori dalla portata di fotografi e telecamere. Giusto un paio di minuti o poco più, e poi i familiari di Girone sono scesi dall’aereo nello stesso ordine di prima. Subito dopo il fuciliere è comparso sulla scaletta impeccabile nella divisa della Marina con i gradi di secondo capo. Ad attendere il marò i ministri della Difesa e degli Esteri, Roberta Pinotti e Paolo Gentiloni