Sala su Expo mi sa che sta nascondendo parecchie cose“. E’ l’opinione del direttore de il Fatto quotidiano Marco Travaglio ospite di “Otto e mezzo” (La7) insieme al candidato sindaco a Milano per il centrodestra Stefano Parisi sul commissario unico di Expo e candidato sindaco per il centrosinistra, Giuseppe Sala (Pd). “Non abbiamo ancora avuto la fortuna di leggere il bilancio, slittato a dopo le elezioni, evidentemente perché – sottolinea Sala – non è buono. Abbiamo speso 2 miliardi di euro per fare un evento e ne abbiamo incassato mezzo. Si tratta di un grosso sbilancio”. Travaglio pone poi la questione sul ricorso presentato dai radicali e dal M5S sull’incandidabilità di Sala. “Per legge – precisa – chi fa il commissario non può candidarsi nello stesso territorio se non si dimette un mese prima. E a Roma è arrivata una lettera di dimissioni che non sono mai diventate operative. Tutt’ora Sala svolge l’attività di commissario di Expo, perché le dimissioni non sono mai state ratificate. E’ una questione seria”