Aiutare la ricerca contro i tumori significa rendere la vita di molte persone meno difficile e creare un futuro migliore per le loro famiglie. E’ con questo spirito solidale e ricco di speranze concrete che l’Istituto nazionale dei tumori di Milano ha deciso di organizzare un evento a sostegno del suo 5 per mille il 13 maggio alle 18 presso il Salone nautico della Darsena meneghina.

Perché nasce l’evento? – L’obiettivo dell’iniziativa #cancelliamolo, Insieme si può è “raccogliere fondi per finanziare una ricerca scientifica di qualità per arrivare a sconfiggere e cancellare per sempre il tumore”. Alla serata di beneficenza parteciperanno, oltre a molti ricercatori dell’ospedale milanese, anche alcuni personaggi noti dello spettacolo e del mondo dello sport come Antonio Albanese, Beppe Bergomi, Emiliano Mondonico, Leonardo Manera, la Iena Matteo Viviani, Giampaolo Gambi. Ci sarà musica dal vivo con Paolo Tomelleri e la Youth Big Band che si esibirà in un concerto jazz e gli artisti di fama internazionale Tom Porta, Andrea Greco e Matteo Damiani che daranno vita a una performance culturale, dipingendo un’opera sulle ceneri della parola “CANCRO “.

L’Istituto nazionale dei tumori di Milano – E’ un centro di riferimento nazionale e internazionale per la diagnosi e la cura sia dei tumori più frequenti sia per quelli più rari. L’ospedale è un’eccellenza nel campo della ricerca biomedica e sanitaria, di tipo clinico e traslazionale. Nel 2015 sono stati realizzati 550 studi clinici, per i quali sono stati reclutati più di 25mila pazienti, realizzate più di 650 pubblicazioni scientifiche e sono stati ospitati oltre 70 convegni scientifici. Sono state circa 18.500 le persone ricoverate lo scorso anno in Istituto, mentre sono state registrate un milione e 200mila visite ambulatoriali.

Promuovere la ricerca d’eccellenza – Secondo una recente classifica dei migliori ospedali italiani, l’Istituto Nazionale dei Tumori (INT) è uno dei centri migliori e all’avanguardia nel nostro Paese per la cura del tumore del polmone, del seno e della pelle. Oggi l’INT è il maggior polo di oncologia pediatrica in Italia e il secondo in Europa; è il primo a livello nazionale per buon esito dei trapianti di fegato e per il corretto funzionamento degli organi impiantati come cura del tumore epatico, oltre che centro di riferimento per i Tumori Nuroendocrini.