La prime denunce per furti analoghi risalgono al 1978. Ora, Mariapiera Pesce, ribattezzata ‘Arsenia Lupin‘, perché capace – senza violenza – di colpi da favola a danno di importanti gioiellerie del centro di Milano, è stata arrestata dalla polizia con l’accusa di aver commesso quattro furti dal novembre del 2015 al marzo del 2016 per un bottino complessivo di circa 150 mila euro. Il modus operandi era sempre lo stesso: fingeva di essere interessata all’acquisto di costosi orologi, se li faceva mostrare e poi, approfittando di un momento di distrazione del gioielliere, li rubava