L’ex comandante dei vigili urbani di Roma, Angelo Giuliani, è stato rinviato a giudizio per corruzione e falso. E’ accusato di aver accettato denaro dai dirigenti della Sicurezza e Ambiente Spa Angelo Caciotti, Giovanni Scognamiglio e Santoro Iano in cambio di un appalto per ripulire le strade della città dopo gli incidenti stradali. I tre sono stati rinviati a giudizio insieme a Giuliani. Sono state mandate a processo, poi, Donatella Scafati, ex vice comandante della polizia municipale, e due segretarie Gloria Conte e Alessandra Scione. Il processo inizierà il 29 settembre. L’inchiesta era iniziata nel giugno 2011 e nel 2014 aveva portato anche agli arresti domiciliari di Giuliani. 

small_110304-183940_mi020210spe_6964Nella stessa udienza preliminare il giudice per le udienze preliminari Rosalba Liso ha pronunciato la sentenza di assoluzione (“perché il fatto non sussiste”) per Alfredo Meocci, ex direttore generale della Rai e coinvolto come consigliere dell’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici. Assolto anche Maurizio Sozzi, ex ufficiale della polizia municipale. Meocci e Sozzi avevano chiesto il rito abbreviatoProsciolto, infine, perché il fatto contestato non sussiste, Giovanni Bort, già dirigente della Società appaltatrice dell’incarico di ripulitura delle strade.