“La mia Torino sarà una città dove tutti saranno fieri di essere torinesi. Noi siamo pronti per governare”. Così Chiara Appendino, candidata sindaco del M5S, ai microfoni di Mix 24 (Radio24). “Nessuna paura di governare – ribadisce -, anzi non vediamo l’ora di poterlo fare”. “Quello che i cinque stelle hanno fatto sul ddl Cirinnà l’aiuta o no in campagna elettorale?” Chiede il conduttore Giovanni Minoli. “Fossi parlamentare voterei la legge così com’è. Mi ha stupito il voto di coscienza – afferma il candidato sindaco – avrei preferito un voto compatto, ma capisco le motivazioni sul voto di coscienza”. Tornando poi alle prossime comunali aggiunge: “La selezione dell’eventuale giunta? Sarà una Call pubblica, in questa maniera si da la possibilità a tutti di dedicarsi alla propria città ed essere molto presenti”.  “Fassino non è stato capace di ascoltare la città. Ha lasciato indietro le periferie a discapito del centro. Col partito della Nazione – continua – vuole la protezione del sistema. Devono auto-proteggersi perché hanno paura che una forza politica diversa possano cambiare gli equilibri”