“Cominciamo a chiedere una moratoria europea sulle armi e stop agli affari con quei paesi sospettati di finanziare l’Isis come l’Arabia Saudita, il Kuwait o il Qatar“. Così Luigi Di Maio a Piazza Pulita su La7. “Bisogna stabilizzare il governo in Siria e togliere le sanzioni alla Russia per avere un alleato in Consiglio di sicurezza dell’Onu”, continua l’esponente del Movimento 5 Stelle che vuole colpire Daesh, ma prima di tutto economicamente: “Se blocchiamo il flusso di soldi si sgonfia come un palloncino, se invece lo bombardiamo si fomenta l’odio delle popolazioni colpite come è successo con le recenti operazioni militari in Iraq e Afghanistan