Rafforzare i poteri del prefetto di Roma Franco Gabrielli in veste di commissario per il Giubileo. Al prefetto andranno poteri per la gestione dell’Anno Santo e intorno a lui si costruirà una squadra di personalità, il cosiddetto “dream team”, composto da di sub-commissari con poteri specifici di intervento, dai trasporti ai lavori pubblici fino ai rifiuti.

Allo studio del governo ci sarebbe anche lo strumento con cui intervenire: un Dpcm ‘ad hoc’ sull’Anno Santo. Ma c’era anche chi oggi suggeriva l’ipotesi di uno ‘showdown’ per stringere i tempi e inserire una norma già nella legge di stabilità che sarà esaminata nel Cdm di giovedì. La decisione di puntare su Gabrielli, comunque, sarebbe presa.

La scelta non escluderebbe la nomina del commissario per Roma chiamato a fare le veci del sindaco fino alle prossime elezioni, con tanto di sub commissari. Ma l’aumento dei poteri di Gabrielli, a sua volta affiancato da una squadra, avrebbe nei piani del governo impatto molto più forte sulla città.

Lo stesso premier Matteo Renzi ha chiaramente indicato come priorità per Roma quella di risolvere al più presto i problemi concreti della città: Metro, viabilità, trasporto pubblico, rifiuti. Indicando, tra l’altro, come modello l’Expo. Il Giubileo, in questa chiave, potrebbe essere l’Expo della Capitale. Intanto continua il totonomi sul commissario al Campidoglio: si parla del direttore di Expo Marco Rettighieri e dei prefetti Bruno Frattasi, Riccardo Carpino, Angelo Tranfaglia, Paola Basilone (quest’ultima da Torino) tra gli altri.