Stremati e in lacrime, i migranti hanno bloccato la stazione di Bricske, città a 50 km da Budapest dove c’è uno dei tre centri per immigrati del Paese. In prima fila donne e bambini: “Non fate solo foto, foto, foto. Aiutateci!”, dice una mamma piangendo ai giornalisti schierati di fronte a loro. Ieri mattina, dalla stazione di Keleti a Budapest, erano partiti alcuni treni (regionali) diretti proprio al campo per immigrati di Bricske: non tutti avevano capito la destinazione del treno e una volta arrivati si sono rifiutati di andare al centro di migranti. Ora la polizia presidia la stazione, mentre i migranti continuano a protestare