“Puntiamo al primo posto”. Lo ha detto Berlusconi che dopo la dispendiosa campagna acquisti di quest’estate (“Ho deciso di investire perché bisogna tornare ai fasti di un tempo”) parla anche delle rivali, a cominciare dalla Juventus: “Ha fatto buoni acquisti, ha perso tre grandi giocatori ma sono invidioso per Dybala che volevamo noi – ammette il presidente -. Il centrocampista? Siamo sulla buona strada per prenderlo, il nome lo sapete tutti”.

L’ex Cavaliere poi torna a parlare di Ibrahimovic: “Ha una permanenza molto difficile in Francia, per via della sua frase che ha suscitato una reazione negativa del pubblico francese. Se il Psg vorrà chiudere con Zlatan, abbiamo la sua parola ovvero che verrebbe in quel caso solo da noi”. Nel post partita di Milan-Perugia, che ha segnato l’esordio ufficiale in stagione dei rossoneri, Berlusconi fa il punto sul mercato e apre concretamente alla possibilità che l’attaccante svedese torni a indossare la maglia del Milan, a distanza di tre anni da quella dolorosa cessione che mandò su tutte le furie i tifosi.

Il “primo tifoso rossonero”, infine, promuove l’iniziale gestione della squadra da parte di Mihajlovic: “Sinisa è gagliardo, è un leader, interpreta bene la nostra filosofia, ovvero attaccare. Poi chi vince è un bel ragazzo – aggiunge – chi perde è una testa di cavolo. Andrò a Milanello anche quest’anno, le cose vanno fatte bene. Quando sarò confortato da Mihajlovic e sono convinto che lo scudetto si potrà fare, lo diremo e a quel punto non potremo mancarlo”.