Quattro appelli in un’aula semi deserta. Stamane in Campidoglio non si raggiunge il numero legale, si annulla la seduta. Dei 44 arresti per Mafia Capitale, sono coinvolti sei consiglieri capitolini, quattro del Pd e due di Forza Italia tra cui Mirko Coratti che si dimise dalla presidenza del consiglio a dicembre scorso e Giordano Tredicine consigliere di Fi. “Da oggi in poi sarà complesso raggiungere il numero legale” ammette Imma Battaglia consigliere di Sel. “Il Pd romano è fortemente compromesso, non c’è commissariamento che tenga, devono accettare la fine della consiliatura e andare a casa” afferma Marcello De Vito, capogruppo M5s. “Abbiamo proposto le dimissioni dei consiglieri, serve tornare al voto” gli fa eco il capogruppo di Forza Italia Davide Bordoni. “Non buttiamo il bimbo con l’acqua sporca, Marino non c’entra nulla, questa amministrazione deve continuare la sua opera di risanamento” dice invece il capogruppo del Pd Fabrizio Panecaldo  di Irene Bucemi