La Germania dà il via libera agli aiuti per Atene: il Bundestang, il parlamento tedesco, ha votato a larga maggioranza sì all’accordo raggiunto tra la Grecia e la Ue per l’estensione di altri quattro mesi del piano di aiuti. “La Grecia ha accettato senza riserve di realizzare il programma” aveva detto il ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schaeuble parlando al Bundestag: “La votazione di oggi non sarà facile per voi parlamentari, cosi come è stata difficile la discussione con il governo greco dopo le elezioni, e anche negli ultimi giorni e nelle ultime ore”.

L’appello del ministro alla vocazione europeista della Germania è stato dunque accolto: “Noi tedeschi dobbiamo fare tutto per far sì che l’Unione europea resti insieme. Il nostro futuro, e in particolare quello della Germania, può essere buono soltanto nell’Europa unita”. Il voto segue di pochi giorni un sondaggio realizzato dalla Bild che ha rilevato la profonda divisione del popolo tedesco sul tema: secondo la rilevazione solo un tedesco su cinque sarebbe favorevole all’estensione del piano di aiuti alla Grecia.

Anche per questo il ministro aveva spiegato che “il voto di oggi serve a dare più tempo alla Grecia, per realizzare con successo il suo programma. Aiutiamo la Grecia, in misura straordinaria, per darle il tempo di diventare di nuovo competitiva sul mercato. Non si tratta di cambiare il programma”.