Altro che Aventino, vedranno i sorci verdi. Faremo opposizione a tutto campo. Non è accettabile un governo che abbia questi atteggiamenti”. Così il capogruppo di Forza Italia, Renato Brunetta, in conferenza stampa congiunta a Montecitorio con Sel, Lega e Fratelli d’Italia ribatte alla maggioranza che ha votato il ddl sulle riforme istituzionali con l’Aula mezza vuota. “Abbiamo deciso – continua Brunetta – di non partecipare ai lavori. Denunciamo la deriva autoritaria, ci sono delle violenze metodologiche inaccettabili”. E ai giornalisti che gli chiedono perché solo oggi Fi parli di deriva autoritaria, mentre fino a pochi giorni fa hanno votato le riforme, Brunetta risponde: “Renzi ha scientificamente rotto il Patto del Nazareno con l’elezione del presidente della Repubblica e ha, quindi, ucciso la democrazia parlamentare. Ora nulla sarà più come prima”. Brunetta annuncia anche che nei prossimi giorni Forza Italia andrà dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, per parlargli di “questa deriva autoritaria che è stata messa in pratica durante le riforme”  di Manolo Lanaro