L’eco del conflitto in Ucraina arriva fino a Ceriano Laghetto, in provincia di Monza e Brianza. Qui, la giunta guidata da Dante Cattaneo, in forza alla Lega Nord, ha voluto intitolare un piazzale ai ‘Martiri di Odessa’. Con questa dedica, l’amministrazione ha voluto ricordare due stragi avvenute nella città ucraina: la prima è quella di oltre 100mila ebrei uccisi dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale, mentre la seconda risale al 2 maggio 2014, quando 38 militanti filorussi morirono nell’incendio del palazzo del sindacato, preso d’assalto dagli attivisti fedeli al governo di Kiev. L’iniziativa ha incontrato l’opposizione del prefetto di Monza, che ha spiegato come “i riferimenti a fatti recenti non permettono il rilascio dell’autorizzazione” e ha sottolineato la “non opportunità” di richiamare un episodio ancora al vaglio della magistratura ucraina. Nella nota del prefetto, si ricordano le rimostranze dell’ambasciatore ucraino in Italia, Yevhen Perelygin: in un’intervista a Monza Today, il diplomatico ha parlato di “un atto manipolato da forze politiche che appoggiano l’iniziativa russa”  di Stefano De Agostini