La cittadina di Mentana (Roma) è scossa dopo la morte di Lucio Giacomoni, il medico pestato a morte nella sua villa da tre giovani rumeni. “E’ emergenza, ogni giorno subiamo furti, rapine, un mese fa un altro cittadino è finito in ospedale, nessuno ci tutela, siamo abbandonati”, affermano i manifestanti. “Serve più controllo, bisogna rispedire nei loro paesi gli stranieri che non lavorano e delinquono”, aggiunge un abitante. “Questi zozzoni ladri rovinano l’Italia, basta accoglienza, andassero a delinquere a casa loro”, sostiene un’altra. La rabbia è tanta anche verso le istituzioni. ” Non c’è una volante la notte, le forze di polizia, non per colpa loro, hanno diverse zone da coprire, non riescono a garantire una totale sicurezza”, spiegano. E c’è chi, come l’associazione Mentana Est, propone una class catino contro il ministero dell’Interno. “Il problema sicurezza è reale, noi manifestiamo ma nessuno fa nulla” chiosano di Irene Buscemi