“Abbiamo votato contro la nuova direttiva sugli OGM perché nasconde pericoli per gli stati che dicono no al transgenico”. Così Eleonora Evi (M5S) sulla nuova normativa Ue che permetterà ai singoli paesi di vietare una coltura OGM sul proprio territorio anche se approvata a livello comunitario. “Troppo potere alle multinazionali, motivi di divieto troppo deboli e perciò impugnabili e niente rivalsa economica nei confronti delle aziende che tsagrediscono”. Queste le mitigazioni che hanno spinto gli eurodeputati M5S a dire no, assieme ai Verdi e alla Sinistra Unita. “Sono sempre troppi i conflitti d’interesse all’Efsa“, l’autorità europea di sicurezza alimentare, conclude la Evi  di Alessio Pisanò