“E’ una sua libera scelta”. Così Fabrizio Viola, Ad di banca Monte dei Paschi di Siena, commenta le recenti dichiarazioni del fondatore di Libera, Don Luigi Ciotti, che ha minacciato di chiedere ai suoi associati la rimozione dei conti correnti da Unicredit e Montepaschi, se l’imprenditore calabrese Nino De Masi non verrà risarcito dei danni causati dall’usura bancaria, così come stabilito dal tribunale. Viola poi spiega che al tavolo tecnico convocato per domani, sulla questione, dal governo: “Ci sarà un esponente di spicco della banca”. Aggiungendo, in merito ad un possibile risarcimento: “Vedremo“. Infine, in merito alle notizie secondo le quali l’Ad di Mps sarebbe stato visto, pochi giorni fa, a cena col sottosegretario Luca Lotti (Pd), all’enoteca Spiriti di Roma, non risponde in quanto si tratta “di vita privata”  di Max Brod