“Chiediamo ufficialmente un incontro al prefetto perché il Comune di Roma venga sciolto per mafia, ci sono tutti i presupposti”. Così il deputato Cinque Stelle Alessandro Di Battista durante una conferenza stampa in Campidoglio, il giorno successivo all’inchiesta ‘Mondo di mezzo‘ sulla connivenza fra mafia e politica nella Capitale. “Da questa inchiesta non viene fuori il coinvolgimento di Ignazio Marino, ma come sindaco vale pochissimo, probabilmente non si è reso conto della criminalità che aveva intorno ma per la sua incapacità non è degno di continuare ad essere il primo cittadino”. “Oggi abbiamo visto le foto del ministro del Lavoro con uno dei protagonisti dell’inchiesta – afferma il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. Dico a Renzi: “L’unico articolo 18 che devi togliere è ai tuoi ministri perché devono andare a casa”. “Non mi dite che Marino non sapesse niente di quello che sta venendo fuori, io non faccio accuse ma ho i miei dubbi”, conclude la senatrice Paola Taverna  di Annalisa Ausilio