200mila euro dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per il nuovo film che vede protagonista Belen Rodriguez. E’ scritto sulla delibera della sottocommissione cinema datata 29 ottobre 2014 e pubblicata sul sito istituzionale del Mibac nella sezione “Opere prime e seconde”. La rinnovata interpretazione di Belen avverrà quindi nel secondo lungometraggio del regista Massimo Cappelli, la commedia “Non c’è due senza te”, prodotto dalla Lime Film di Roma e che vede sul set con la showgirl argentina gli attori Fabio Troiano, Tosca D’Aquino e Dino Abbrescia. Il film di Cappelli racconta le vicende di una coppia gay, Moreno e Alfonso, che vede la propria vita travolta dall’arrivo di un bambino di 11 anni e dalla bellissima Laura, interpretata proprio da Belen. “Non c’è due senza te” risulta già in postproduzione da agosto scorso, mentre i risultati della delibera ministeriale di fine ottobre sono la risposta alle richieste di finanziamento pubblico effettuate dalle produzioni dei rispettivi film nel gennaio 2014, cioè quasi un anno fa.

La Lime Film aveva chiesto 400mila euro al Mibac, mentre il budget complessivo del film risulta, sempre dalla fonte delle tabelle ministeriali, di oltre 2 milioni e 300mila euro. “La sceneggiatura del film non era male”, si mormora tra i commissari che hanno deciso per il finanziamento al duo Cappelli/Belen, “di fondo non si vuole più escludere la commedia a scapito come tradizione dai film drammatici e/o d’essai”. Altra dato che trapela dai commissari è che oramai i contributi ministeriali per i film non superano più il milione di euro come accadeva in passato. Infatti nella delibera “Opere prime e seconde” del 29 ottobre 2014 i 200mila euro versati per “Non c’è due senza te” sono la cifra più alta, assieme paritariamente a “La battaglia di Gorthene” di Piero Sanna, “Ombre bianche” di Fabio Mollo, “L’attesa” di Piero Messina” e “Via Ungaretti 25? di Andrea Iannetta. 150mila euro vanno invece vanno, tra gli altri, al nuovo film di Pietro Marcello, “Bella e perduta”, pur essendo Marcello un regista di grande talento che ha vinto con “La Bocca del lupo” il Festival di Torino ed è stato tra i selezionati nel Forum della Berlinale.

Così se Massimo Cappelli, dopo parecchi cortometraggi, è al suo secondo lungo – il primo fu “Il giorno + bello” (2006) sempre con Troiano e Violante Placido che secondo i dati disponibili in rete ha guadagnato 95mila euro in una settimana -, per la 30enne soubrette di Buenos Aires, ex girlfriend del calciatore Massimo Borriello e di Fabrizio Corona, nonché neomamma dall’aprile 2013, siamo oramai al terzo. L’esordio risale al 2010 per la regia di Neri Parenti con “Natale in Sudafrica” – oltre 18milioni di euro d’incassi – dove si ritrova un paio di volte spogliata dal duo Ghini/Panariello, rimanendo in reggiseno e mutandine come nelle migliori pochade alla Banfi/Bouchet/Fenech. Il secondo titolo è “Se sei così ti dico sì” (2011) – 488mila al botteghino – diretta da Eugenio Cappuccio. Nel 2010 è anche apparsa nella serie tv del Commissario Montalbano.