Si chiude la 35esima edizione del Meeting di Comunione e Liberazione. Un’edizione segnata dalla scarsa presenza della politica e delle istituzioni. C’è però chi ha comunque mantenuto fede all’appuntamento. Sono i giovani volontari di Cl, quasi tutti studenti cresciuti a pane e Vangelo, che per una settimana hanno passato la loro giornata nei padiglioni della fiera a lavorare gratis. “Siamo contenti di farlo perché è il nostro modo di ringraziare il movimento”. Qualcuno, non lo nasconde, si è anche fidanzato: “Capita, perché no? In fondo siamo qui per incontrarci, lo dice la parola meeting”. Nonostante il forte senso di appartenenza, su alcuni temi etici è difficile unirli nello stesso perimetro. Per quanto riguarda le unioni omosessuali, ad esempio, le opinioni possono essere opposte. Stesso discorso per eutanasia e rapporti sessuali prima del matrimonio  di Giulia Zaccariello