L’Italia scende in campo a Natal con un 3-5-2 di emergenza. Contro l’Uruguay nella terza giornata del girone D, Balotelli e compagni si giocano il passaggio agli ottavi. Agli azzurri di Prandelli basta un pareggio per qualificarsi: in caso di sconfitta, però, il Mondiale dell’Italia sarebbe già finito.

La Nazionale affronta la Celeste per la decima volta nella sua storia. Il bilancio dei precedenti finora è di 2 successi azzurri, 4 pareggi e 3 sconfitte. La sfida più recente risale al 30 giugno 2013 nella finale per il terzo posto della Confederations Cup: all’Arena Fonte Nova di Salvador il match terminò 2-2 e gli azzurri si imposero ai calci di rigore.

Per trovare l’ultima vittoria dell’Italia contro l’Uruguay bisogna risalire ai Mondiali di Italia ’90: la squadra di Azeglio Vicini vinse 2-0 agli ottavi di finale grazie alle reti di Schillaci e Serena. Il successo più recente dell’Uruguay è quello del 15 novembre 2011 in amichevole: allo stadio Olimpico di Roma la Celeste si impose 1-0 grazie a una rete di Fernandez al 3′.

Le formazioni ufficiali di Italia-Uruguay

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Darmian, Verratti, Pirlo, Marchisio, De Sciglio; Balotelli, Immobile. A disp.: Sirigu, Perin, Abate, Paletta, Candreva, Aquilani, Parolo, De Rossi, Thiago Motta, Cerci, Cassano, Insigne. Ct: Prandelli.

Uruguay (4-4-2): Muslera; Caceres, Gimenez, Godin, A. Pereira; Lodeiro, Gonzalez, Arevalo Rios, Rodriguez; Cavani, Suarez. A disp.: Munoz, Silva, Fucile, Gargano, Hernandez, Forlan, Stuani, Perez, Ramirez, Coates, M. Pereira, Lugano. Ct. Tabarez.