Una vittoria per ipotecare la qualificazione. Un’impresa per uscire anzitempo. L’Olanda vuole gli ottavi: gli Orange di Van Gaal, dopo il 5-1 rifilato alla Spagna, scendono in campo all’Estadio Beira-Rio di Belo Horizonte contro l’Australia, reduce dalla sconfitta per 3-1 subita per mano del Cile di Sampaoli. Robben e compagni cercano la seconda vittoria consecutiva, che li proietterebbe in testa al Gruppo B mettendo una grossa ipoteca sulla qualificazione agli ottavi.

Van Gaal conferma il 5-3-2 che ha demolito la Spagna, con il blocco Ajax-Feyenoord in difesa, il centrocampo con un mix di fisicità corsa e tecnica formato dal milanista De Jong, De Guzman e l’ex interista Sneijder, mentre in attacco il duo è quello formato da Robben e Van Persie, due gol a testa contro le Furie Rosse. Passiamo ai Socceroos: Postecoglou continua con il suo albero di natale, il 4-3-2-1, con il capitano Tim Cahill, a segno contro il Cile, unica punta, sostenuto da Oar e Leckie.

Le formazioni ufficiali di Australia-Olanda

Australia (4-3-2-1): Ryan; Spiranovic, Wilkinson, McGowan, Davidson; McKay, Jedinak, Bresciano; Leckie, Oar; Cahill. A disp.: Langerak, Galekovic, Wright, Halloran, Bozanic, Franjic, Troisi, Holland, Milligan, Vidosic, Luongo, Taggart. All. Postecoglou

Olanda (5-3-2): Cillesen; Janmaat, Vlaar, De Vrij, Martins Indi, Blind; De Guzman, De Jong, Sneijder; Van Persie, Robben. A disp.: Krul, Vorm, Verhaegh, Kongolo, Veltman, Fer, Clasie, Depay, Wijnaldum, Lens, Huntelaar, Kuyt. All.: Van Gaal