Michela Murgia, Stefano Benni, Andrew Fukuda, Albert Espinosa, Licia Troisi. Sarà una settima edizione da 30 ospiti e 40 eventi quella del Festival Mare di Libri, l’appuntamento annuale dedicato ai ragazzi che amano leggere, che dal 13 al 15 giugno occuperà pacificamente il centro storico di Rimini, capitale del divertimento della Riviera Romagnola. Un lungo calendario di appuntamenti tra romanzo e attualità che porterà in scena grandi classici e nuovi autori, in una kermesse di protagonisti, nostrani e internazionali, che per tre giorni si susseguiranno uno dopo l’altro per affrontare a tutto tondo l’inesauribile mondo della letteratura dedicata ai giovani: dal Signore degli Anelli di J.R.R Tolkien a Geek Girl di Holly Smale, dalla trilogia The Hunt al nuovo libro di Licia Troisi, Pandora.

Ad aprire le danze, venerdì 13 giugno, sarà il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, e tra un incontro con Pierdomenico Baccalario e una chiacchierata con Kevin Brooks, a chiudere la prima giornata di festa sarà il docufilm diretto dal regista Enrico Cerasuolo, “Ultima chiamata”, che verrà proiettato alle 21.00 al Cinema Teatro Tiberio di Rimini. Per i più giovani fan del padre della letteratura fantasy John Ronald Reuel Tolkien, invece, l’appuntamento è a Castel Sismondo, dove, sempre alle 21.00, andrà in scena la Caccia al celebre Tesssoro, seguita da una festa a tema ispirata alle opere dell’autore originario di Bloemfontein, Sudafrica.

Sabato 14 giugno, poi, Mare di Libri riprenderà alle 8.00 del mattino in riva al mare (Bagno Tiki 26), con una colazione sulla spiaggia in compagnia di Lucia Scuderi e Alessia Canducci, rispettivamente illustratrice e performer, che precederanno l’appuntamento con la celebre scrittrice italiana Michela Murgia, che alle 10.00, alla Sala dell’Arengo, presterà la voce ai personaggi de Il Signore degli Anelli. L’incontro con l’autrice sarda, vincitrice di numerosi premi letterari tra cui il Campiello, con i suoi Il mondo deve sapere, Accabadora e L’incontro, per citare alcuni dei suoi scritti più celebri, si svolgerà in contemporanea all’appuntamento con Andrew Fukuda, ex pubblico ministero di sangue cinese e giapponese, e autore della trilogia distopica The Hunt, pubblicata in dodici paesi.

Attesissima anche l’intervista a Tito Faraci, sceneggiatore di Topolino e Dylan Dog e autore del romanzo dark Death Metal, condotta dai ragazzi del circolo dei lettori The New Bloomsbury della libreria Viale dei Ciliegi 17 di Rimini, che si svolgerà sabato pomeriggio alla Cineteca comunale. Alle 18.00, al Teatro degli Atti, sarà poi la volta di Albert Espinosa e dei suoi Braccialetti Rossi, una testimonianza e un’esortazione alla vita raccontata da chi in prima persona ha rischiato di perderla. Una storia diventata popolare anche grazie all’omonima fiction televisiva diretta da Giacomo Campiotti, che narra le vicende di un gruppo di ragazzi ricoverati in ospedale a causa di gravi malattie, raccontata dal punto di vista di Rocco, 11 anni, in coma da otto mesi dopo un tuffo dalla piattaforma più alta di una piscina pubblica.

A chiudere la giornata di sabato saranno la scrittrice romana Licia Troisi, regina del fantasy e autrice di best seller come il ciclo delle Cronache del mondo emerso, che a Rimini parlerà del suo ultimo lavoro, la saga Pandora, e lo spettacolo Viaggio nel Mediterraneo, da Ulisse ai Migranti di Lampedusa, in scena alle 21.00 al Teatro degli Atti.

L’ultima giornata del Festival Mare di Libri, domenica 15 giugno, quindi, inizierà con il ricordo della giornalista Rai Ilaria Alpi, uccisa a Mogadiscio il 20 marzo del 1994 insieme all’operatore Miran Hrovatin mentre cercava di fare luce su un traffico d’armi e di rifiuti tossici illegali di portata internazionale, tra Somalia e Italia. A raccontare di quei giorni di ormai 20 anni fa, gli ultimi momenti dell’inviata del Tg3, sarà Gigliola Alvisi, autrice del libro La ragazza che voleva raccontare l’inferno. Il complicato mondo degli adolescenti sarà invece il tema dell’incontro pomeridiano nel cortile della Biblioteca Gambalunga con Elasti, Margherita Ferrari e Annalisa Strada, che con uno sguardo alla cronaca e uno alla narrativa affronteranno il dibattito intitolato Sesso, bugie e adolescenti. L’unica regola? “Niente generalizzazioni, niente banalizzazioni, niente frasi fatte”.

Sul palco del Teatro dell’Arlengo, invece, domenica alle 18.00 salirà Stefano Benni, uno dei più celebri scrittori italiani, poeta, umorista, drammaturgo, giornalista e sceneggiatore, che anno dopo anno ha segnato la storia della letteratura moderna nostrana con i suoi romanzi e le famose raccolte di racconti, da Bar sport a Il bar sotto il mare, da Bar sport duemila a La grammatica di Dio. A Rimini, per Mare di Libri, “il raccontastorie inesauribile” sarà invece intervistato dai ragazzi del gruppo di lettura Quelli del Baratta di Mantova, che per il pubblico ripercorreranno, insieme all’Ospite, il porto immaginario di Brigantes, rivedranno Gladonia e forse, assaggeranno la Luisona.

Chiuderà la kermesse l’attrice, scrittrice e doppiatrice italiana Lella Costa, interprete di celebri monologhi italiani tra cui Alice, una meraviglia di paese, Sherazade, Arie e Nuda proprietà, che al Teatro degli Atti, domenica alle 21.00, cercherà di raccontare le mille facce dell’amore attraverso la poesia, ripercorrendo l’evoluzione e le sfumature di un sentimento da sempre protagonista di libri e romanzi. Con l’accompagnamento dei giovani musicisti del gruppo Blues As Love, la serata farà da aperitivo per la festa di fine Festival, in Piazza Cavour alle 23.

Leggi qui il programma completo del Festival Mare di Libri 2014